top of page

MASSAGGIO HOT STONES

Aggiornamento: 9 lug 2022


Il massaggio con le pietre calde o Hot Stones Massage favorisce il rilassamento, aiuta a rallentare le tensioni articolari e muscolari, attiva il drenaggio linfatico e la tonificazione dei tessuti oltre a aumentare il rilassamento, diminuire il livello di stress e ripristinare la sintonia fra corpo e mente. Ma non è un massaggio sempre praticabile, vediamo perché.


BENEFICI DEL MASSAGGIO HOT STONES


I benefici del Massaggio Hot Stone sono molteplici, sia dal punto di vista fisico, sia dal punto i vista emozionale e spirituale:


-aumento della vascolarizzazione;

-miglioramento della circolazione sanguigna arteriosa;

-miglioramento del ritorno venoso;

-decongestione dei depositi;

-miglioramento nella ritenzione dei liquidi;

-attenuazione dei dolori muscolari;

-miglioramento nella mobilità delle articolazioni;

-distensione di tutta la colonna vertebrale;

-rilassamento dei principali apparati interni;

-incremento del metabolismo;

-drenaggio e tonificazione dei tessuti;

-effetto stimolante e disintossicante;

-riduzione del senso di stanchezza;

-pelle più liscia e levigata;

-riequilibrando il flusso di energie, il massaggio con le pietre calde

-ripristina la sintonia fra corpo e mente.

-Dal punto di vista emozionale e spirituale attraverso il massaggio hot stones si raggiunge un riequilibrio energetico generale che induce:

-riduzione dello stress e degli stati d’ansia; -profondo senso di rilassamento e relax mentale; -attenuazione di tutte le tensioni;

-una generale sensazione di benessere.

CONTROINDICAZIONI DEL MASSAGGIO HOT STONES


Il Massaggio Hot Stones è controindicato agli arti inferiori a chi soffre di fragilità capillare e vene varicose, a chi ha una pelle particolarmente sensibile ad irritazioni cutanee di vario genere (l’uso delle pietre calde può creare un minimo di arrossamento), alle donne incinta, in caso di nausea, febbre o infiammazione delle ghiandole linfatiche.

Inoltre, non è possibile praticarlo quando la cute non è perfettamente integra, se presenta ferite, escoriazioni e in caso di infezioni della pelle.


CLIENTE IN POSIZIONE SUPINA – APERTURA GANGLI LINFATICI


---------DURANTE L’INTERO MASSAGGIO LE PARTI DEL CORPO NON TRATTATE RIMANGONO COPERTE---------


PRINCIPI GENERALI


La Linfa è un liquido incolore e trasparente contenuto nei vasi linfatici. Lungo le vie linfatiche esistono degli organi chiamati Linfonodi che hanno la funzione di produrre i cosiddetti linfociti che sono responsabili degli anticorpi e della difesa contro virus e infezioni. Quando l'organismo sta combattendo un'infezione i linfonodi aumentano di volume e diventano dolenti al tatto. Per questo la Linfa è fonte di salute. La corrente circolatoria linfatica a differenza di quella sanguigna segue un flusso a direzione centripeta e cioè dalla periferia (costituita dai tessuti) verso il centro (terminus, che è posto alla base del collo). Esistono diverse forze e fattori che facilitano lo scorrimento della Linfa (a differenza del sistema cardiocircolatorio che usa come pompa il cuore) tra cui: la Spremitura esercitata da parte dei muscoli durante il movimento attivo dove i vasi linfatici vengono compressi durante la contrazione muscolare.

MANOVRE APERTURE GANGLI:


1- Pompaggio TERMINUS (5 pompaggi) zona sotto clavicolare

2- Pompaggio Profundus (5 pompaggi) a metà collo

3- Pompaggio Occiput (5 pompaggi) dietro la nuca

N.B. Il tutto va ripetuto per 3 volte

4- Pompaggio Angulus (5 pompaggi) angolo della mandibola Gonion 5- Pompaggio Parotis (5 pompaggi) zona davanti l’orecchio Traco

6- Pompaggio Temporalis (5 pompaggi) sulle tempie

7- Pompaggio TERMINUS (5 pompaggi) zona sotto clavicolare

8- Scarico Trapezio (10 pompaggi)

N.B. Il tutto va ripetuto 1 volta

9- Pompaggio Stazione Linfatica Ascellare (10 pompaggi)

10- Pompaggio Cisterna di Pecquet (10 pompaggi)

11- Pompaggio Stazione Linfatica Inguinale (10 pompaggi)

12- Pompaggio Stazione Linfatica Poplitea (10 pompaggi)

13- Pompaggio Stazione Linfatica Malleolare (10 pompaggi)



IL MASSAGGIO ALLA TESTA


Il massaggio alla testa è una delle prime fasi rivitalizzante del MASSAGGIO HOT STONES che allevia la tensione in testa, collo. spalle, schiena e braccia superiori. Il massaggio alla testa utilizza una varietà di tecniche senza olio per eliminare letteralmente la tensione dal cuoio capelluto, lavora attraverso le principali ossa del cranio (frontale, parietale, temporale, sfenoide, etmoide, zigomatico, occipitale, ma anche la mandibola) allenta le orecchie, le mascelle e i muscoli del collo, stimola i punti di pressione attraverso la testa, il viso, il collo e nei muscoli del trapezio che collegano la testa e il collo alle spalle e alla colonna vertebrale, un luogo comune per la tensione.


l benefici fisici includono:


- Allevia emicranie e mal di testa

-Allevia la sinusite

- Aiuta a migliorare i problemi legati allo stress - Riduce la tensione articolare

- Aumenta flessibilità

- Aumenta la circolazione del sangue - Miglioramento del tono muscolare - Ossigenazione del cuoio capelluto


Vantaggi psicologici del massaggio:


Promuove la calma, la pace e la tranquillità

- Riduzione dell'ansia, dello stress

- Aiuta il sonno e può aiutare con l'insonnia

- Maggiore energia

- Migliora la memoria

- Il bilanciamento del chakra

- Aiuta a migliorare la concentrazione, il pensiero e la messa a fuoco - Relax generale



MANOVRE DEL MASSAGGIO ALLA TESTA


1- Posizionare una mano sulla parte alta della testa e fare dei cerchi con il palmo della mano.

2- Massaggiare tutta la testa con i polpastrelli adottando una manualità delicata a fare dei cerchietti.

3- Sempre in modo delicato e con i polpastrelli fare dei movimenti alternati avanti e indietro su tutta la testa.

4- Posizionare le mani ai lati della testa e contemporaneamente fare dei cerchi con il palmo della mano.

S- Posizionare adesso le mani sulla testa e nella parte posteriore della testa e contemporaneamente con il palmo della mano fare dei cerchi.

6- Con la mano a rastrello poggiare i polpastrelli e partendo dalla fronte con una pressione più intensa andare a zig zag fino alla parte posteriore della testa.

7- Fare la stessa manovra di prima dal basso verso l'alto, partendo quindi orientativamente dall'occipite.

8- NOTA: tra una manovra e l'altra accarezzare la testa; se durante le manovre s’ incontrano dei nodi staccare la mano e ricominciare da quel punto.

9- Se abbiamo un cliente con i capelli lunghi raccogliere i capelli in una coda per poi trazionare e dondolare dolcemente verso l'alto.

10- Unire adesso i palmi della mano senza tenerli troppo stretti ma in maniera rilassata ed effettuare un delicato picchiettamento dalla sommità alla base del cranio.

11- Prendere la testa ai lati fra i palmi della mano e fare una pressione confortevole. Fare la stessa manovra sull'occipite e sulla fronte.


MASSAGGIO AL VISO


12- Fare delle frizioni e trazioni delicati sui lobi delle orecchie.

13- Continuare con un massaggio delicato e pressione della cartilagine e delle pieghe del padiglione esterno.

14- Posizionarsi con due dita sul terzo occhio ed effettuare leggere pressioni e movimenti circolari spostandosi sul setto nasale.


15- Partendo dal terzo occhio effettuare delle pressioni e movimenti circolari sulla parte superiore delle sopracciglia fino alle tempie.

16- Effettuare adesso delle piccole e delicate strizzature sulle sopracciglia.

17- Con le mani a rastrello effettuare delle aperture dal centro della fronte verso l'esterno e delle trazioni dalla linea sopraccigliare verso l'alto e cioè verso l'attaccatura dei capelli.

18- Partendo dal setto nasale scendere giù lungo i zigomi con delle pressioni e dei movimenti circolari. 19- Effettuare degli scollamenti sulle guance con pollice ed indice.

20- Effettuare adesso con le mani a rastrello delle aperture verso l'esterno.

21- Quest'ultima manovra si effettua anche nella zona del mento, seguita da delicate strozzature.


MASSAGGIO CERVICALE


22- Effettuare una frizione e un impastamento sul collo.

23- Effettuare adesso uno scollamento di tutto il collo.

24- Effettuare delle digito pressioni che vanno dalla zona occipitale fino a percorrere tutta la cervicale. 25- Fare delicati impastamenti sui trapezi.

26- Adesso digito pressioni sui trapezi.

NOTA: tutte le digitopressioni devono durare un minimo di 30 secondi.

Mobilizzazione della cervicale con torsioni (NO se in presenza di ernie cervicali) e stretching.


MANOVRE CON PIETRE


Posizionarsi sulla testa del lettino

1- Scivolamenti rotatori e lineari su Cervicale e Trapezi con 2 pietre medio grandi

2- Lasciare le 2 pietre sotto tra Cervicale e Trapezi

3- Scivolamenti lungo le Braccia con 2 pietre medio grandi

4- Lasciare le 2 pietre nelle mani della cliente

5- Scivolamenti rotatori e lineari sul viso con pietre piccole

6- Posizionare le pietre piccole su tutto il viso

Spostarsi sul lato del lettino

7- Scarico del colon con pietre medie

8- In ordine prima il lato Discendente

9- Poi il lato Trasversale + Discendente

10- E infine l’ Ascendente + Trasversale + Discendente

11- Posizionare le pietre sull’addome


Spostarsi ai piedi del lettino

12- Scivolamenti rotatori e lineari sul dorso del piede e sulla pianta del piede con 2 pietre medio grandi

13- Scivolamenti rotatori e lineari lungo tutto l’arto inferiore dal basso verso l’alto con 2 pietre medio grandi

Togliere le pietre posizionate


CLIENTE IN POSIZIONE PRONA


1- Pompaggi Trapezi, Ascellari, Lombo Sacrale, Sotto Gluteo, Popliteo e Malleolare (10 pompaggi)


MANOVRE CON PIETRE


Posizionarsi sulla testa del lettino

2- Scivolamenti rotatori e lineari su Paravertebrali con 2 pietre medio grandi

Posizionarsi sul lato del lettino

3- Scivolamenti rotatori e lineari su Scapole e Trapezi con 1 pietra grande scendendo poi lungo il braccio fino a posizionare la pietra sulla mano della cliente, ripetere sull’altro lato

4- Aperture verso l’esterno sulla zona Dorsale con 1 pietra grande, ripetere sull’altro lato 5- Aperture verso l’esterno zona Lombare con 1 pietra grande, ripetere sull’altro lato

6- Posizionare le pietre su tutta la schiena

Posizionarsi ai piedi del lettino

7- Scivolamenti rotatori e lineari sulla pianta del piede con 1 pietra medio grande

8- Scivolamenti rotatori sulla caviglia con 2 pietre medie

9- Scivolamenti rotatori e lineari su tutto l’arto inferiore fino al gluteo con 2 pietre medio grandi 10- Ripetere sull’altro arto

11- Effettuare manovre di dondolio su tutto il corpo



Fine Massaggio!



Grazie e alla prossima!!!


Ti interessa conoscere altri argomenti sui massaggi?

iscriviti al percorso didattico online Percorso Massaggi

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page